Comune di Carrè

VECCHI EDIFICI DEL CENTRO URBANO


VECCHI EDIFICI DEL CENTRO URBANO

Gli edifici antichi di Carrè molto probabilmente sono più numerosi rispetto a quelli qui riportati; qui sono stati selezionati quelli che, a nostro avviso, risultano più significativi sotto il profilo architettonico e storico.
Iniziamo il nostro percorso proprio dal Castello e da Villa Capra-Filippi, ed implicitamente, si fa riferimento alla storia comunale di Carrè. Queste due opere, infatti, simboleggiano Carrè, tanto che nel volume "Storia dei Comuni e dei Castelli del Vicentino", Carrè viene segnalata per l'importanza di queste due antiche strutture architettoniche.

IL CASTELLO DI CARRÈ

Sembra che l’anno di costruzione del Castello sia incerta: alcuni sostengono che sia stato costruito tra il X e l’XI secolo. Il Sartori afferma che in alcuni documenti del 975 è accennata l’esistenza di un Castello nel vicino paese di Chiuppano, e che la Chiesa Parrocchiale di Carrè esisteva fin dal 1030 (G.Fiorasi, Memorie relative al Castello di Carrè, Vicenza 1929).
Il Castello è appartenuto alla famiglia Capra per alcuni secoli; si sa comunque che “intorno al ‘500 la struttura di certo non apparteneva più al ramo più ricco della famiglia ma forse ai parenti della stessa, più poveri e meno importanti”.
“Il Castello fu smantellato nel primo periodo del XVI secolo per ordine della Repubblica di Venezia che fece smantellare tutti i castelli affinché essi non potessero essere utilizzati contro di lei dagli invasori suoi nemici, e specialmente dai Tedeschi dell’Imperatore Massimiliano d’Austria”. Col passare degli anni la proprietà della famiglia si sfaldò sempre più passando in parte agli eredi e in parte ad enti o a privati.
I proprietari, oltre alla famiglia Capra, sono stati i seguenti:
-G.Fiorasi, per oltre 70 anni dall’inizio del 1890 fino al 1965;
-Saugo, dal 1965 al 1987;
- Novello, dal 1987 al 1996
- Dal Corrobbo Gaetano, dal 1996 fino al febbraio 2004;
- Famiglia De Franceschi di Zanè da marzo 2004.

- Prossima Pagina